Via Campania 63, 00187 Roma - Tel: 06 121126420
Email: rmps280004@istruzione.it - PEC: rmps280004@pec.istruzione.it

Nei confronti degli studenti per i quali, al termine delle lezioni, è stato constatato il mancato conseguimento della sufficienza in una o massimo due discipline, che non comporti tuttavia un immediato giudizio di non promozione, il Consiglio di classe può procedere al rinvio della formulazione del giudizio finale ai sensi del Decreto Ministeriale n.80 del3.10.2007.

La scuola comunica subito alle famiglie, per iscritto, le decisioni assunte dal Consiglio di classe: i docenti delle singole discipline, nelle quali lo studente non ha raggiunto la sufficienza, indicano le specifiche carenze rilevate e i voti proposti in sede di scrutinio.

Contestualmente vengono comunicati gli eventuali interventi didattici finalizzati al recupero che  la scuola è tenuta a portare a termine entro la fine dell’anno scolastico, le modalità e tempi delle relative verifiche. Le prove di verifica per gli studenti con sospensione di giudizio si svolgono di norma a partire dal 1° settembre dell’anno, visto il buon esito dell’organizzazione in tal senso degli anni scolastici precedenti e considerato il persistere anche di tutti gli elementi evidenziati nelle relative delibere. A conclusione dei suddetti eventuali interventi didattici, il Consiglio di classe, in sede di integrazione dello scrutinio finale, procede alla verifica dei risultati conseguiti e alla formulazione del giudizio definitivo che, in caso di esito positivo, comporta l’ammissione dello studente alla frequenza della classe successiva.


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.