Via Campania 63, 00187 Roma - Tel: 06 121126420
Email: rmps280004@istruzione.it - PEC: rmps280004@pec.istruzione.it

La valutazione misura il processo di apprendimento, il comportamento e il rendimento scolastico complessivo degli alunni e i processi di autovalutazione degli alunni, il miglioramento dei livelli di conoscenza e, quindi, il successo formativo.

I dipartimenti disciplinari, di conseguenza, lavorano con criteri e griglie di valutazione comuni sia per gli elaborati scritti che per i colloqui orali.

Al fine dell’uniformità e della condivisione dei criteri, i docenti hanno elaborato i seguenti indicatori per la valutazione:

Individuazione dei livelli di partenza delle classi e individuali

Per le classi iniziali:

•  individuazione delle competenze, abilità e conoscenze di base, effettuata attraverso l’uso di uno o più strumenti di verifica: prove strutturate comuni, questionari perl’accertamento del metodo di studio, esercitazioni scritte per l’accertamento deiprerequisiti disciplinari, colloqui individuali disciplinari, ecc.

Per tutte le classi:

•  rilevazione delle abilità e delle conoscenze possedute a livello medio dalla classe,determinata sulla base di prove scelte dai singoli docenti e da prove comuni in latino, inglese e matematica.

Definizione dei livelli minimi di sufficienza

I livelli minimi di sufficienza sono definiti per ciascuna area disciplinare     nelleapposite     riunioni     di     inizio     a.s.     dei Dipartimenti. Benché specifici per ciascuna disciplina o per gruppi di discipline affini e graduati nell’arco di tempo di un quinquennio, essi tuttavia obbediscono a criteri comuni all’intero Istituto e presuppongono:

•   un processo di maturazione graduale delle competenze, delle abilità e delle conoscenze dello studente;

•   l’ utilizzazione di un linguaggio coerente e consapevole degli essenziali nessi logici;

•    alcuni fattori individuali, quali la costanza dell’interesse e della partecipazione attiva e propositiva in classe, la regolarità nello svolgimento dei compiti assegnati, il rispetto delle scadenze prefissate.

Criteri comuni per la formulazione dei giudizi e la rilevazione degli apprendimenti

Per le prove orali il Collegio dei Docenti ha elaborato una scheda di valutazione comune a tutti di Dipartimenti che viene modulata secondo i linguaggi specifici di ogni disciplina.

Le griglie di valutazione delle prove scritte sono state elaborate dai singoli dipartimenti disciplinari. La comunicazione della valutazione delle singole prove ha una fondamentale valenza formativa. In particolare l’esito delle prove orali sarà comunicato subito dopo l’interrogazione e l’esito delle prove scritte e pratiche sarà comunicato tempestivamente e, comunque, prima dello svolgimento della prova successiva.


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.