Via Campania 63, 00187 Roma - Tel: 06 121126420
Email: rmps280004@istruzione.it - PEC: rmps280004@pec.istruzione.it
Corsi di recupero estivi

Corsi di recupero estivi

SI INFORMANO GENITORI ED ALUNNI CHE LUNEDI' 24 GIUGNO COMINCERANNO I CORSI   DI RECUPERO SECONDO IL CALENDARIO PUBBLICATO. I CORSI SI  SVOLGERANNO PRESSO LA SEDE DI VIA CAMPANIA.   SI RENDE NOTO CHE SONO STATI ATTIVATI DEI CORSI DI LATINO E MATEMATICA  ANCHE PER LE CLASSI TERZE. GLI STUDENTI INTERESSATI POSSONO RECARSI  DIRETTAMENTE A SCUOLA NEI GIORNI INDICATI   

.



ESAME DI STATO 201819

ESAME DI STATO 2018-19

  15 maggio 2019  PUBBLICATI I DOCUMENTI DI CLASSE    5A 5B 5C 5D 5E 5F 5G 5H 5I 5L     ___________________________   Pubblicata l'ORDINANZA MINISTERIALE  sugli esami di stato 2018-19   (SCARICABILE/VISUALIZZABILE in basso su questa pagina).    VAI ALLA PAGINA DEL MIUR SULL'ESAME DI STATO    

Certificazioni di lingue ESAMI TRINITY

Certificazioni di lingue: ESAMI TRINITY

  ESAMI TRINITY 2019: feedback.  Tutti i candidati che hanno sostenuto l’esame Trinity 2019 sono invitati a presentarsi il giorno venerdì 14 giugno, dalle ore 12 alle 13 presso la sede di via Boncompagni per ricevere un feedback riguardo l’esito dell’esame.    - Calendario esami Trinity _________________________________________________ _________________________________________________ - Ritiro certificati Trinity 2018 _________________________________________________ _________________________________________________ - Aperte iscrizioni CAMBRIDGE - Sportello Certif. Linguistiche   _________________________________________________ _________________________________________________ Cliccare sugli argomenti per andare alla pagina.

Simulazioni ONU 2019 Espergaerde e Barcellona

Simulazioni ONU 2019: Espergaerde e Barcellona

  Simulazione O.N.U. a Espergaerde (Danimarca) Si informano tutti gli studenti interessati che dal 13 al 17 novembre 2019 (probabile partenza il 12 novembre), ci sarà la possibilità per 10 studenti che saranno ospitati in famiglia di partecipare al MUN di Espergaerde a 30km da Copenhagen, in Danimarca. Per i dettagli si veda la circolare 384 del 3/5/2019 su Argo.   SCADENZA PER LE ISCRIZIONI: entro il 25 maggio 2019     __________________   Simulazione O.N.U. a Barcellona (Spagna) BCMUN Si informano tutti gli studenti interessati che dal 28 al 30 novembre 2019 (partenza il 27 novembre), ci sarà la possibilità per 12 studenti di partecipare al MUN Barcellona, in Spagna. Per i dettagli si veda la circolare 409 del 20/5/2019 su Argo.   SCADENZA PER LE ISCRIZIONI: entro il 30 maggio 2019    Responsabile dell’attività: Prof.ssa Alessandra Zeloni    MODULISTICA


TORNEO DI BASKET 3c3 vince la squadra Goat House

TORNEO DI BASKET 3c3: vince la squadra "Goat House"

  VINCE IL CAMPIONATO di BASKET 3 contro 3  a.s. 2018 - 19 LA SQUADRA "Goat House"   FINALE    L.A. 38 vs Goat House  49-53   SEMIFINALI    Piolandia vs L.A. 38  33-58 Goat house vs Ciompy 63-60 (OT)    QUARTI DI FINALE   L.A. 38 vs Malaka Team  20-0 Goat House vs Procioncini  50-46 Ciompy vs Calabroncini  39-29 Piolandia vs Nuova Yorke  40-30     GIRONE 1 CALENDARIO   L.A 38 vs Prof  71-43 Procioncini vs Pentacosiomedimni  26-19 L.A. 38 vs Calabroncini  70-16 Calabroncini vs Procioncini  20-14 Piolandia vs I Pentacosiomedimni  58-14 L.A. 38 vs Procioncini  55-48 Piolandia vs Prof  58-50 Prof vs Calabroncini  44-34 L.A. 38 vs Penta  70-44 Piolandia vs Procioncini  30-26 L.A 38 vs Piolandia  20-0 Calabroncini vs Piolandia  20-30 Procioncini vs Prof  20-0 Prof vs Penta  20-0 Calabroncini vs Penta  20-0     CLASSIFICA    G V S Pt. L.A. 38  5 5   10 Piolandia  5 4 1 8 I Calabroncini  5 2 3 4 I Procioncini  5 2 3 4 Prof  5 2 3 4 Pentacosiomedimni  5   5 0     GIRONE 2 CALENDARIO   Ciompy Sellino vs Nuova Yorke  50-36 Goat house vs Malaka team  66-14 Sgnappi vs Team Chiappetto  26-61 Nuova Yorke vs Team Chiappetto  50-48 Goat house vs Team Chiappetto  66-47 Ciompy vs Malaka Team  20-0 Ciompy vs Sgnappi  20-0 Malaka Team vs Team Chiappetto  20-0 Goat vs Ciompy  39-38 Malaka Team vs Sgnappi  20-0 Ciompy vs Team Chiappetto  0-20 Nuova Yorke vs Malaka  0-0 Nuova Yorke vs Sgnappi  0-0 Goat vs Nuova Yorke  0-20 Goat vs Sgnappi  0-20   CLASSIFICA   G V S Pt. Goat House 5 3 2 6 Ciompy Sellino 5 3 2 6 Nuova Yorke 5 2 3 4 Malaka 5 2 3 4 Team Chiappetto 5 2 3 2 Sgnappi 5 1 4 2          

TORNEO DI PALLAVOLO Prime la 2F e la 5E

TORNEO DI PALLAVOLO Prime la 2F e la 5E

24 maggio 2019.  La classe 2F vince il torneo del Biennio.    16 maggio 2019. La classe 5E vince il torneo del Triennio.    Tutti i risultati e le classifiche.

ATLETICA LEGGERA ALLIEVI quarti nel Lazio

ATLETICA LEGGERA ALLIEVI: quarti nel Lazio!

CAMPIONATI STUDENTESCHI 2018/2019 Ostia 16 maggio 2019   FINALE REGIONALE ATLETICA LEGGERA SU PISTA Categoria ALLIEVI     IL LICEO "A. RIGHI" QUARTO CLASSIFICATO DEL LAZIO   SIAMO LA QUARTA SCUOLA DELLA REGIONE LAZIO NELLA CATEGORIA ALLIEVI. UN FANTASTICO RISULTATO DELLA SQUADRA MASCHILE ALLIEVI CHE HA DISPUTATO CON DETERMINAZIONE, GRANDE SPIRITO SPORTIVO E DI SQUADRA QUESTA FINALE.  I PROTAGONISTI     OLIVIERO CASTELLANO: salto in lungo (medaglia d'oro Fin.Prov. e di bronzo Fin.Reg.) e 4x100 (medaglia di bronzo).   FRANCESCO CELATA: lancio del peso ( medaglia d'argento), MARCO FORNAI 400 m.(medaglia di bronzo) e 4x100 (medaglia di bronzo).   DANIELE GENTILE: 100 m. e 4x100 (medaglia di bronzo).   GUGLIELMO MONTEFALCONE: salto in alto.   JACOPO NICOLAJ: 1000 m.   GIOVANNI PAOLINI: 110m. Hs e 4X100 (medaglia di bronzo).   RICCARDO PIANESE: lancio del disco.    Si conclude con questo splendido risultato la nostra partecipazione, numerosa, ai Campionati Studenteschi di Atletica Leggera a.s. 2018/2019 (CORSA CAMPESTRE E ATLETICA SU PISTA) con tutte e quattro le squadre ALLIEVE, ALLIEVI, JUNIORES FEMMINILI, JUNIORES MASCHILE dalla fase Interdistrettuale alla FINALE PROVINCIALE e alla FINALE REGIONALE, gare disputate da tutti gli studenti con grinta, allegria e voglia di vincere. Se il buongiorno si vede dal mattino, è stato un ottimo inizio! L'appuntamento con tutti al prossimo anno per rimettersi in gioco... in pista!     Prof.ssa Anna Cipolletta, docente referente del Progetto Atletica Leggera e Camponati Studenteschi    Visualizza i risultati generali della partecipazione ai CS di Atletica Leggera dell'a.s. 2018-19  



.



30 maggio 2019 Premiazione studenti

30 maggio 2019. Premiazione studenti

Giovedì 30 maggio 2019 alle ore 13.30, nella sede di Via Boncompagni si svolgerà la premiazione agli studenti che si sono distinti in questo anno scolastico per impegno nelle numerose attività della scuola, nei concorsi e nelle Olimpiadi. Studenti, genitori, docenti, personale ATA sono invitati tutti all’evento che segna un importante momento di condivisione e partecipazione attiva alla vita del nostro liceo.   Il Dirigente Scolastico: Prof.ssa Monica Galloni

30 maggio 2019 Lalbero di Tommaso

30 maggio 2019. L'albero di Tommaso

Giovedì 30 maggio 2019 alle ore 13.00, nella sede di Via Boncompagni si svolgerà la cerimonia di piantumazione dell’albero per ricordare Tommaso. Seguirà la premiazione agli studenti che si sono distinti in questo anno scolastico per impegno nelle numerose attività della scuola, nei concorsi e nelle Olimpiadi. Studenti, genitori, docenti, personale ATA sono invitati tutti all’evento che segna un importante momento di condivisione e partecipazione attiva alla vita del nostro liceo.    Il Dirigente Scolastico Prof.ssa Monica Galloni

25 maggio 2019 Via Boncompagni 22

25 maggio 2019. Via Boncompagni, 22

Il racconto della giornata...     http://romah24.com/trieste-salario/news/il-giardino-di-alessandro-cosi-il-liceo-righi-omaggia-il-giovane-studente-scomparso/   (Copiare ed incollare sulla linea di comando del browser il collegamento soprastante)


6  31 maggio 2019 Biblioteca mostra permanente

6 - 31 maggio 2019. Biblioteca: mostra permanente

La Storia come bene comune  Mostra permanente di libri in Biblioteca Dal 6 al 31 maggio 2019, ore 10-12   Via Boncompagni 22   Info. righibiblioteca@gmail.com   La Storia è un bene comune   La prima edizione (1947) di ‘Se questo è un uomo’ (1946) di Primo Levi risente del clima del dopoguerra illustrato efficacemente da una pagina di Vittorio Foa, che dimostra come allora fosse ancora difficile fare i conti con la realtà dell’Olocausto. ‘Dopo la guerra, accertata la verità, il rapporto con quell’evento è stato complesso e mutevole nel tempo. Una diffusa sensazione spingeva a non pensarci, a parlarne il meno possibile, per non turbare l’immensa speranza nella pace. Ancora: lo sterminio era presentato come un momento della guerra, come uno dei suoi fenomeni, si cominciava a calcolare che i morti nella guerra erano circa cinquanta milioni, i sei milioni di ebrei ne erano una parte. Poi cominciammo a capire l’entità e la singolarità della vicenda ( ) i superstiti ci aiutarono a capire. Si doveva guardare al di là dei tedeschi, all’umanità stessa che produce il male, alla capacità che noi stessi abbiamo di costruirlo. Primo Levi ci diede molta luce. Ci ammoniva a non dimenticare. Non era un invito a restare prigionieri della memoria, senza poterne uscire per guardare al futuro, era un invito a cogliere il significato universale dell’evento e a saperlo insegnare, trasmettere. A saper leggere le radici dell’odio anche nella normalità della vita, nell’indifferenza, nell’intolleranza, nella disattenzione verso il prossimo’ (cfr. Vittorio Foa, Questo novecento, Einaudi Scuola, Milano 1998, pp.148-149).   Quando Primo Levi scrive il suo libro, nel corso del 1946, un anno dopo la fine dell’internamento ad Auschwitz, è spinto dalla necessità di raccontare la sua esperienza nel campo di lavoro e di sterminio, ma nessuna grande casa editrice, Einaudi compresa, accetta di pubblicare l’opera. Il libro viene pubblicato nel 1947 da una piccola casa editrice, Francesco de Silva, fondata nel 1942 dall’intellettuale antifascista Franco Antonicelli che aveva subìto il carcere e il confino. L’opera è pubblicata grazie all’interessamento di Alessandro Galante Garrone, che consegna il manoscritto all’editore. Purtroppo la diffusione del libro è scarsa, e poche sono le recensioni (Arrigo Cajumi, su La Stampa, e Italo Calvino su L’Unità). Nel 1952 Levi comincia a collaborare con l’Einaudi nella sezione Edizioni Scientifiche come traduttore e consulente editoriale. Paolo Boringhieri, allora redattore scientifico della casa editrice, propone inutilmente all’editore la pubblicazione di ‘Se questo è un uomo’, ma solamente dopo il 1955, quando ormai le tematiche relative alle esperienze dei campi di concentramento e dello sterminio cominciano ad essere dibattute pubblicamente, Einaudi accetta di pubblicare l’opera (1958, accresciuta da trenta pagine), che da allora è letta e conosciuta in tutto il mondo. Per una sintesi di questo importante evento editoriale v le pagine dedicate a Primo Levi su Robinson (La Repubblica) del 27 gennaio 2019.

6  31 maggio 2019 Leggere nellera digitale Programma completo

6 - 31 maggio 2019. Leggere nell'era digitale. Programma completo

  _______________________________________    .     _______________________________________       _______________________________________        _______________________________________     _______________________________________       _______________________________________      _______________________________________      La Storia come bene comune  Mostra permanente di libri in Biblioteca Dal 6 al 31 maggio 2019, ore 10-12   Via Boncompagni 22   Info. righibiblioteca@gmail.com   La Storia è un bene comune   La prima edizione (1947) di ‘Se questo è un uomo’ (1946) di Primo Levi risente del clima del dopoguerra illustrato efficacemente da una pagina di Vittorio Foa, che dimostra come allora fosse ancora difficile fare i conti con la realtà dell’Olocausto. ‘Dopo la guerra, accertata la verità, il rapporto con quell’evento è stato complesso e mutevole nel tempo. Una diffusa sensazione spingeva a non pensarci, a parlarne il meno possibile, per non turbare l’immensa speranza nella pace. Ancora: lo sterminio era presentato come un momento della guerra, come uno dei suoi fenomeni, si cominciava a calcolare che i morti nella guerra erano circa cinquanta milioni, i sei milioni di ebrei ne erano una parte. Poi cominciammo a capire l’entità e la singolarità della vicenda ( ) i superstiti ci aiutarono a capire. Si doveva guardare al di là dei tedeschi, all’umanità stessa che produce il male, alla capacità che noi stessi abbiamo di costruirlo. Primo Levi ci diede molta luce. Ci ammoniva a non dimenticare. Non era un invito a restare prigionieri della memoria, senza poterne uscire per guardare al futuro, era un invito a cogliere il significato universale dell’evento e a saperlo insegnare, trasmettere. A saper leggere le radici dell’odio anche nella normalità della vita, nell’indifferenza, nell’intolleranza, nella disattenzione verso il prossimo’ (cfr. Vittorio Foa, Questo novecento, Einaudi Scuola, Milano 1998, pp.148-149).   Quando Primo Levi scrive il suo libro, nel corso del 1946, un anno dopo la fine dell’internamento ad Auschwitz, è spinto dalla necessità di raccontare la sua esperienza nel campo di lavoro e di sterminio, ma nessuna grande casa editrice, Einaudi compresa, accetta di pubblicare l’opera. Il libro viene pubblicato nel 1947 da una piccola casa editrice, Francesco de Silva, fondata nel 1942 dall’intellettuale antifascista Franco Antonicelli che aveva subìto il carcere e il confino. L’opera è pubblicata grazie all’interessamento di Alessandro Galante Garrone, che consegna il manoscritto all’editore. Purtroppo la diffusione del libro è scarsa, e poche sono le recensioni (Arrigo Cajumi, su La Stampa, e Italo Calvino su L’Unità). Nel 1952 Levi comincia a collaborare con l’Einaudi nella sezione Edizioni Scientifiche come traduttore e consulente editoriale. Paolo Boringhieri, allora redattore scientifico della casa editrice, propone inutilmente all’editore la pubblicazione di ‘Se questo è un uomo’, ma solamente dopo il 1955, quando ormai le tematiche relative alle esperienze dei campi di concentramento e dello sterminio cominciano ad essere dibattute pubblicamente, Einaudi accetta di pubblicare l’opera (1958, accresciuta da trenta pagine), che da allora è letta e conosciuta in tutto il mondo. Per una sintesi di questo importante evento editoriale v le pagine dedicate a Primo Levi su Robinson (La Repubblica) del 27 gennaio 2019.



Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.